Présentation 
Événements 
Liens 
Nouveautés carrello
À paraître 
Normes éditoriales 
Normes pour les curateurs 
Catalogue carrello
Ressources en ligne 
Distributeurs 
Mailing list 
Contacts 
Votre compte
 
 
English   Italiano
Cart Contents  
Traitement des données personnelles

Catalogue

Antiquité Moyen Âge Époque moderne et contemporaine Recherche simple Recherche combinée
CEF477

[Monographie]


Atlante storico dell'Italia rivoluzionaria e napoleonica
Donato, Maria Pia et alii  (dir.)

Collection de l'École française de Rome 477
Roma: École française de Rome, 2015 (IIe tirage - Ier tirage: 2013)
ISBN: 978-2-7283-1155-2
440 p., ill. n/b et coul.




Version en ligne TORROSSA

Table des matières
Introduction

État: À paraître
Prix: € 59
La storiografia sull’Italia repubblicana e napoleonica è vasta e in continuo rinnovamento, ma mancava finora un suo inquadramento complessivo in forma di atlante. L’Atlante storico dell’Italia rivoluzionaria e napoleonica, frutto del lavoro di una ventina di studiosi, tra storici, geografi e cartografi appartenenti a diverse istituzioni italiane e francesi, mira a colmare questa lacuna. I materiali sono organizzati per questioni tematiche: alcune s’imponevano da sé – territorio, politica, società, economia, cultura, religione –, altre invece – controrivoluzione e insorgenze, città, memoria – sono frutto di scelte interpretative. L’arco cronologico travalica la congiuntura rivoluzionaria e napoleonica in senso stretto contestualizzandola in una più lunga durata. Nonostante le lacune documentarie e l’eterogeneità della produzione storiografica, è stata privilegiata una visuale ampia, cercando di mantenere una visione unitaria a livello della Penisola, anche grazie all’adozione del dipartimento come ambito territoriale di riferimento. I fenomeni studiati nelle diverse sezioni sono stati sottoposti a interrogativi comuni: l’età repubblicana e napoleonica costituisce un periodo unitario? Rappresenta per l’Italia, e in che misura, un momento di cesura con il passato e di snodo aperto verso il futuro, il Risorgimento e una società più aperta e secolarizzata? Quali ne sono gli esiti peculiari nella strutturazione del territorio e nella distribuzione geografica dei fenomeni? In questo Atlante, le carte sono concepite come uno strumento di lavoro passibile di continue integrazioni e miglioramenti, come mezzo per presentare conoscenze acquisite e stimolare nuovi interrogativi. A tal fine, le immagini (carte, diagrammi, grafici) sono associate a testi non puramente descrittivi ma tendenti a collocarle nel contesto storico e storiografico.
Il presente volume costituisce la ristampa dell'edizione pubblicata nel 2013.
 
Maria Pia Donato è professore associato di storia moderna all’Università degli studi di Cagliari.
David Armando è primo ricercatore presso l’Istituto per la storia del pensiero filosofico e scientifico moderno del C.N.R.
Massimo Cattaneo è ricercatore di storia moderna all’Università degli studi di Napoli Federico II.
Jean-François Chauvard , già direttore degli studi per la storia moderna e contemporanea all’École française de Rome, è maître de conférences di storia moderna all’Università di Strasburgo.